Il Barolo e il Barbaresco sono vere e proprie icone della tradizione enologica italiana, in particolare delle Langhe. Due grandi rossi dall’identità ben distinta che condividono il vitigno: entrambi, infatti, nascono da uve nebbiolo.

Ecco similitudini e differenze tra questi due celebri ambasciatori del Piemonte, in Italia e nel mondo.

La zona di provenienza

Il Barolo, il “Re dei Vini”, viene prodotto esclusivamente in una zona a forma di ferro di cavallo che si estende su 11 comuni delle Langhe occidentali: Barolo (che dà il nome al vino), Castiglione Falletto, Serralunga d’Alba, parte del territorio di Monforte d’Alba, Novello, La Morra, Verduno, Grinzane Cavour, Diano d’Alba, Cherasco e Roddi.

castiglione falletto cru scarrone

Il Barbaresco proviene da una zona ancora più piccola, nelle Langhe orientali. Solo tre Comuni e una frazione di Alba hanno il diritto di vinificarlo: Barbaresco (da qui il nome), Treiso, Neive e appunto San Rocco Seno d’Elvio, il cui territorio è unito al comune di Alba.

Il clima e il terroir

Mentre il Barolo nasce da vigne coltivate su terreni composti da marne argillose ricche di calcare, e si distingue per forza, potenza e struttura, il Barbaresco proviene da una zona nettamente più sabbiosa, ed è influenzato dal clima maggiormente umido dato dalla vicinanza delle vigne al fiume Tanaro: una maturazione più precoce, tannini più morbidi per un vino la cui chiave interpretativa resta sempre l’eleganza.

terreno argilloso barolo

L’affinamento

Il Barbaresco ha un periodo di affinamento minimo di 24 mesi, di cui almeno 9 in botti di legno, mentre per il Barolo il disciplinare prevede un invecchiamento di almeno 36 mesi, di cui 18 in botti di legno.

Entrambi i vini proseguono il loro affinamento in bottiglia, dove i tannini continuano ad ammorbidirsi e si sviluppano negli anni complessità e raffinatezza.

Il cru Scarrone a Castiglione Falletto, nel cuore delle Langhe da Barolo

La nostra cascina si trova tra i vigneti del cru Scarrone a Castiglione Falletto, nel cuore della zona del Barolo. In questa zona si intersecano tipi diversi di suoli: a ovest le marne di Sant’Agata, formate da sabbie sottili e da rocce sedimentarie tipiche dei comuni di Verduno, La Morra e Barolo; a sud il Serravalliano, un tipo di terreno calcareo con prevalenza di argille, che caratterizza i territori di Serralunga e Monforte d’Alba.

Qui, negli anni 80, abbiamo ristrutturato la vecchia cascina, l’unica che sorge all’interno del cru Scarrone, e abbiamo dedicato le sue cantine alla produzione e all’affinamento del nostro Barolo, con i grandi tini di legno dove avviene la fermentazione. L’uva proviene esclusivamente dai cinque ettari di vigneti che circondano la cascina, a circa 300 metri sul livello del mare. La maturazione dell’uva su questa collina è favorita dalla buona esposizione che riceve il sole del mattino, facilitandone la perfetta maturazione anche nelle annate più assolate.

cascina bava castiglione falletto

Il terreno bianco in cui cresce la nostra vigna è ricco di marne intervallato da sabbie come nei migliori cru di Langa, dove nascono vini eleganti, ben bilanciati e longevi.

Il Barolo Scarrone di Castiglione Faletto

Il nostro Barolo DOCG Scarrone è un vino ampio e complesso, dotato di grande eleganza, a partire da uno spiccato color granata e dai suoi profumi di tabacco, rosa e viola, che non manca di affinarsi ulteriormente nel tempo. Al gusto pieno si ritrovano i tannini consistenti ma dolci, caratteristici dei cru di Castiglione e di Scarrone in particolare.

SCOPRI DI PIU

barolo bava piemonte

Il Langhe DOC Nebbiolo

Il nostro Langhe DOC Nebbiolo nasce dal nostro vigneto più giovane.

Si tratta di un vino dal colore rosso rubino, vivo e delicato. Il suo bouquet ricorda profumi di fiori e frutti, come la viola, e di piccoli frutti rossi, con una nota speziata. Al palato, il Langhe DOC Nebbiolo ha un gusto pieno, sapido ed elegante, con i caratteristici tannini rotondi tipici di Castiglione Falletto.

SCOPRI DI PIU

Barbaresco di Barbaresco

Da tanti anni ormai produciamo il nostro Barbaresco, da una sola vigna piantata su un suolo poco profondo che alterna calcare e marne, per una quantità limitata di bottiglie che garantiscono grandi emozioni.

Un vino che nel legno si affina per produrre sensazioni armoniose con note floreali e speziate e dal colore intenso in una solida struttura, ma che raggiunge la grande eleganza caratteristica dei Nebbioli coltivati a Barbaresco. Volevamo infatti un vino suadente e avvolgente, certamente complesso, ma capace di fondere i toni gravi del grande Nebbiolo con i profumi più eterei ed eleganti.

SCOPRI DI PIU

Con più di 110 vendemmie alle spalle, da oltre un secolo la nostra famiglia si prende cura del nostro territorio e dei suoi vitigni, tramandando questo compito e questa vocazione attraverso le generazioni.

La nostra cantina storica di Cocconato è il luogo in cui ripercorrere, tra cimeli del passato e curiosità, questa lunga storia, e anche il luogo in cui regalarsi una degustazione di Nebbiolo, di Barolo, di Barbaresco e dei vini tipici del Piemonte che qui sviluppano un’identità unica.

Scopri tutte le nostre proposte di degustazione e scegli quella che preferisci: ti aspettiamo!

ORGANIZZA LA TUA VISITA