Guardare al passato, per ridisegnare il futuro: questo è sempre stato l’approccio con il quale abbiamo raccolto il testimone famigliare di tradizione vitivinicola e che ci ha permesso di essere parte di questa bella e pacifica rivoluzione che è il NIZZA DOCG.

“Con una lunga storia di viticoltori alle spalle che risale alla metà del ‘600 sulle colline di Cocconato, la nostra famiglia ha sempre guardato alla Barbera con grande interesse, e le belle terre di Agliano Terme ci hanno appassionato per il modo in cui riuscivano a caratterizzarla”, racconta Paolo Bava, che, insieme ai fratelli Roberto e Giulio e ai nipoti Francesca e Giorgio, oggi è alla guida della azienda Bava.

Le strade della nostra famiglia si sono incrociate con quelle del Nizza DOCG ancora prima che questo vino vedesse la luce:

“Dopo decenni di raccolte di uva in zona, agli inizi degli anni ’90 ci siamo innamorati di una cascina, posizionata alla cima di una collina, ma caratterizzata da una pendenza così lieve da sembrare pianeggiante, Pianoalto appunto.

I vigneti abbracciano la casa colonica sulla parte più alta, ed è qui che abbiamo conosciuto Amedeo, uomo del Sud dal carattere deciso e tenace, con una passione per la Barbera. Per tanti anni è stato custode, attento conoscitore e conduttore dei nostri vigneti”.

È dalla parte migliore di questi vigneti che, grazie a un’attenta selezione, è nato Pianoalto, il NIZZA DOCG delle nostre cantine.

pianoalto nizza docg

SCOPRI PIANOALTO

Dalla Barbera al NIZZA DOCG

Le prime vendemmie sono state di conoscenza dei vigneti, cercando di capire come meglio mettere in evidenza il carattere e le potenzialità della Barbera della cascina. La prima bottiglia a raggiungere il mercato fu della vendemmia 1996.

Prosegue Paolo Bava: “Il nostro ricordo per il NIZZA è questo: come in una foto troviamo l’inconfondibile frangisole di Pianoalto, che è diventato il simbolo dell’etichetta del nostro NIZZA DOCG, i filari morbidi delle vigne vecchie e il sorriso soddisfatto di Amedeo nei giorni della vendemmia”.

Così, quella che all’inizio poteva sembrare un’impresa un po’ visionaria, si è rivelata un’intuizione vincente: “Nel NIZZA abbiamo investito energie, idee e lavoro in momenti in cui ancora pochi pensavano al suo futuro. Noi ci abbiamo creduto da subito, condividendone progetti e speranze, con viaggi, degustazioni e manifestazioni, portando in giro con noi il gusto e la bellezza di questo straordinario angolo di Piemonte”.

Di strada se ne è fatta tanta, e quella del NIZZA è ormai ben più un’idea di pochi: “NIZZA DOCG è un vino diventato espressione di una terra e di un gruppo di persone che hanno saputo guardare in una direzione comune, con la soddisfazione di vedere riconosciuto, da chi si avvicina al bicchiere, il frutto del lavoro condiviso. Un gruppo di cui siamo orgogliosamente parte”.

SCOPRI IL NOSTRO NIZZA DOCG PIANOALTO