pianoalto nizza docgIl 2024 segna un traguardo importante per l’Associazione Produttori del Nizza, di cui Bava fa parte: si celebra il decimo anniversario dalla nascita della denominazione.

Per raccontare e condividere questo traguardo con tutti gli operatori del settore prende il via l’iniziativa “Forum Nizza in Tour”, una serie di seminari esclusivi focalizzati sulla DOCG Nizza, frutto della collaborazione con le principali associazioni di sommelier e degli assaggiatori d’Italia.

Al ciclo di masterclass Bava partecipa con Pianoalto Nizza DOCG 2019 e Pianoalto Nizza DOCG 2016.

 

Gli incontri sono pensati per esaltare una delle denominazioni più affascinanti e storiche del panorama vitivinicolo mirando a coinvolgere professionisti e sommelier affinché gli operatori si appassionino al Nizza DOCG e ne diventino ambasciatori, illustrando con competenza la denominazione e il suo variegato territorio.

Le masterclass, organizzate insieme a AIS, ONAV, FIS e Bibenda, si svolgeranno da marzo a novembre 2024, con un programma di otto appuntamenti che toccheranno diverse città italiane. Ogni incontro sarà un’occasione per approfondire la conoscenza del Nizza DOCG attraverso due prospettive: l’esplorazione delle sue varie sfumature, comparando vini della stessa annata ma di terroir diversi, e l’analisi della sua evoluzione nel tempo.

Il viaggio attraverso l’eccellenza del Nizza DOCG inizia oggi, 26 marzo, con l’evento di Bibenda a Roma, seguito da un appuntamento il 9 aprile a Milano con l’AIS. Il calendario prosegue con il seminario del 19 aprile a Cremona con l’ONAV, per spostarsi poi a Verona il 10 ottobre, a Monza il 24 ottobre con l’AIS. Il tour prosegue il 7 novembre a Torino con l’ONAV e si conclude con due incontri, il 15 e il 19 novembre, a Brescia e Torino, entrambi ospitati dall’AIS.

Questi eventi, oltre a essere altamente formativi, saranno anche l’occasione per ripercorrere la straordinaria evoluzione della DOCG Nizza in questi dieci anni.

Nel 2012-2013, l’Associazione ha iniziato la trasformazione con la richiesta di una nuova denominazione per il Nizza, approvata nel 2014, marcando l’annata come la prima Nizza DOCG. In quel periodo, sono state introdotte anche le versioni Riserva e la menzione delle vigne di provenienza. Successivamente nel 2018 è stata realizzata una dettagliata mappa del territorio del Nizza in collaborazione con Enogea, definendo le zone di produzione e i cru.

L’Associazione Produttori del Nizza è ora impegnata nell’ambizioso progetto di zonazione, con l’obiettivo di arricchire ulteriormente il valore e il riconoscimento della DOCG Nizza attraverso l’introduzione delle Menzioni Geografiche Aggiuntive.